skip to Main Content

In cucina a passi leggeri

Ed eccoci arrivati finalmente all’ultimo appuntamento della serie di articoli su come cucinare un piatto sano, veloce e gustoso, capace di nutrire corpo, mente e spirito, in armonia con la natura.

Abbiamo visto che tutto parte da una buona organizzazione a monte che ci consente così di arrivare al momento di preparare i pasti senza le infinite corse dell’ultimo minuto. Tuttavia, ciò non sempre è sufficiente a viversi questo momento con la leggerezza che dovrebbe richiedere:  oltre alla parte più pratica, è fondamentale curare anche l’atteggiamento con cui cuciniamo. Possiamo infatti essere organizzatissime ma se poi comunque ci approcciamo ai fornelli  con pesantezza, noia, fretta o emozioni negative, è questo che comunichiamo e trasmettiamo al cibo che stiamo cucinando e che diventerà a tutti gli effetti parte di noi.

Di seguito riporto quindi un riepilogo dei consigli su come organizzarsi ma anche su come aumentare le vibrazioni positive in cucina e su come essere totalmente consapevoli e presenti durante questo vero e proprio processo alchemico che è il cucinare!

  1. (Ri)Organizza gli spazi in modo che siano comodi, puliti, ben ordinati e pratici (ne ho parlato qui).
  2. Utilizza dei semplici trucchi per aiutarti e alleggerirti in cucina, come per esempio acquistare una mandolina elettrica per velocizzarti nel taglio delle verdure, cucinare più porzioni e tenere sempre qualche “salvapasto” in dispensa o nel freezer per le volte in cui hai fatto tardi o non sei riuscita a preparare per tempo (puoi approfondire qui).
  3. Prepara un’idea di menù settimanale (puoi approfondire su questo articolo) che ti consente di portarti avanti con le preparazioni in base alle tue esigenze e ai tuoi impegni e di fare la spesa in modo più consapevole e mirato, evitando sprechi (ne ho parlato qui).
  4. Prima di iniziare a cucinare prepara tutti gli ingredienti di cui hai bisogno nelle giuste quantità e l’attrezzatura necessaria e se stai seguendo una nuova ricetta leggila tutta prima di di fare questo passaggio.
  5. Spegni la TV, togli lo smartphone e tutte le distrazioni varie e immergiti totalmente nel qui ed ora. L’atto di cucinare può diventare infatti una bellissima opportunità per abituarti a restare nel momento presente: ogni volta che ti accorgi che la mente è scappata via tra un pensiero futuro o un ricordo passato, riaccompagnala gentilmente a ciò che stai facendo. Essere totalmente presente a ciò che fai ti aiuta anche ad essere più veloce e a non commettere errori nelle fasi di preparazione, oltre a darti calma e centratura.
  6. Cucina nel pulito e pulisci a mano a mano: lo so, sembra una cosa scontata ma non lo è affatto (o almeno per me non lo era!). Utilizza per esempio una ciotola in cui buttare via via gli scarti, lava tagliere e coltelli dopo l’uso, riordina mentre aspetti che la preparazione sia pronta, ecc. Più riesci a rimanere nel pulito e nell’ordine, meno stress accumuli e più successo avrà la tua ricetta (e meno avrai da pulire dopo!).
  7. Cucina con atteggiamento di amore, gioia e gratitudine: anche se cucini per te stessa, cura il piatto e i dettagli come se avessi ospiti o come se cucinassi sempre per le persone che ami, ancorandoti ad emozioni di gioia e amore. Solo così la tua ricetta avrà quegli ingredienti segreti che la renderanno unica e speciale e che ti nutriranno profondamente. Sii grata anche per quello che stai cucinando e mantieni sempre questo atteggiamento mentre lo fai: troppo spesso ci dimentichiamo e diamo per scontato il privilegio che abbiamo nel poter portare a tavola un pasto, così come il sacrificio che ha fatto l’essere vivente, vegetale o animale che sia, per darsi come nutrimento a noi.

Siamo tutti interconnessi e sentire questa gratitudine ci aiuta a ricollegarci a quelle radici profonde, anche se invisibili, a cui siamo strettamente legati.

Back To Top